“Emozionare” sembra il primo beneficio evocato da questo particolare tipo di doccia: l’acqua, elemento cardine di tale pratica, sprigiona la sua energia positiva, accompagnata e conciliata dall’aroma del legno della rosa rossa indiana, stimata per le sua proprietà di alleviare depressione e stress. Il principio fondamentale di questo singolare momento è l’alternanza del getto d’acqua che si differenzia non solo nella temperatura, calda e fredda, ma anche nella pressione di uscita dall’erogatore. L’acqua fuoriesce dalla plafoniera con intensità differenziata, sino ad arrivare all’effetto ottenuto attraverso la nebulizzazione. Sincronicamente mutano colori, che associati alla particolare fragranza della doccia, creano atmosfere e sensazioni in armonia con la fuoriscita dell’acqua, che arriva a simulare la caduta della pioggia. A mutare saranno quindi le sensazioni e i differenti benefici che se ne traggono: se la temperatura bassa tende a rassodare i tessuti (con positivi effetti per gambe, glutei e addominali), il calore avrà un naturale effetto vasodilatatore, con conseguente depurazione e pulizia dell’epidermide. Funzione principale di questo procedimento è quindi di regalare intensi momenti di benessere fisico e un connesso appagamento mentale.

Subscribe to Newsletter